L’arcipelago della Maddalena è costituito da un gruppo di piccole isole che si trovano nella zona nord-orientale della Sardegna, non lontano dalla Costa Smeralda, in quel tratto di mare che separa la Sardegna dalla francese Corsica.

Divenuto nel 1996 il primo parco nazionale della Sardegna comprende 62 isole, quasi tutte disabitate, tranne la stessa Maddalena (che da il nome all’arcipelago).

Il paesaggio è caratterizzato dall’abbondante presenza di rocce granitiche (per le quali è famosa la Costa Smeralda e tutta la Gallura in generale) che, grazie all’azione costante del vento e del mare, assumono le forme più svariate rendendo il luogo scenario di indescrivibile bellezza.

Le spiagge di sabbia finissima, molte delle quali raggiungibili solo via mare, hanno conservato la propria natura selvaggia, tra le varie isole, laddove il fondale è basso, si formano delle vere e proprie piscine naturali dall’acqua cristallina che rendono il posto unico al mondo.

A completare questo quadro meraviglioso, un gran numero di piante tipiche della macchia mediterranea. Notevole è la presenza di ginepri, spesso piegati dal vento che fondono il proprio colore con quello smeraldino della costa. Tutto questo è l’arcipelago della Maddalena al largo della Costa Smeralda.

E’ possibile visitare l’arcipelago della Maddalena in diversi modi: con la barca privata, con veliero d’epoca o anche con escursioni collettive, diverse sono infatti le compagnie che dai vari porti della costa nord-orientale organizzano escursioni giornaliere verso questo stupendo tratto di mare.

L’isola della Maddalena e quella di Caprera, dove si trova la casa Museo di Giuseppe Garibaldi, si possono visitare anche in macchina: dal porto di Palau verso la Maddalena ogni 15 minuti partono i traghetti che percorrono questa tratta.

Io però consiglio di visitare l’arcipelago in barca, solo in questo modo potete apprezzare appieno le meraviglie di questo incantevole angolo di paradiso.

Все экскурсии    Заказать экскурсию